font, typography

Font pairing – scegliere il miglior abbinamento tra caratteri (e font)


Molte volte è proprio l’accostamento tra i caratteri a segnare la personalità di un prodotto grafico e se volete migliorare l’aspetto e l’uso delle vostre pagine web, quello tipografico si rivela fondamentale, basta pensare i vostri contenuti vengono letti dagli utenti, quindi quale migliore tecnica grafica se non il migliorare l’aspetto e la leggibilità del vostro sito?

Come ho già scritto in un altro post: Presentazioni sui web font, i dettagli sulla tipografia on-line oramai sono importanti e gestibili come nell’editoria. Non proprio come in un software DTP ma negli ultimi tempi le cose si sono (e si stanno evolvendo sempre meglio).

Volete un esempio? Non ci facciamo caso, ma leggere un libro non ci costa fatica, se è il testo è gradevole, invece notiamo di più un libro “illeggibile” più di uno bello, quello che è nascosto nel libro leggibile è proprio il dettaglio del carattere che stiamo leggendo. Ogni particolare del carattere può sembrare banale al lettore; ma c’è da notare che molte volte il font che è nei nostri libri ha minimo qualche decennio di storia, per non parlare di alcuni che hanno raggiunto i nostri occhi attraversando tranquillamente un secolo. Il web e nel particolare i siti sono molto più recenti di molti caratteri classici e comuni (e per comuni intendo font che sono, sì utilizzabili per il testo e la sua lettura, ma sono diventati famosi per il loro utilizzo). Da come si stanno evolvendo servizi e tecnologie on-line, anche l’aspetto invisibile della tipografia sta migliorando e tiene il passo con strumenti utili e ben più consolidati, come la carta stampata.

Oggi l’aspetto e le caratteristiche tipografiche possono essere sfruttate meglio, e giocare sugli abbinamenti e accostamenti tra i caratteri può far distinguere le pagine del vostro sito.

Per poterlo fare le tecnologie web e gli strumenti attuali sono tanti, uno tra tutti (ed è anche il mio servizio preferito) è quello dei web font di Google.

È semplice e pratico, in pratica si tratta di inserire piccole parti di codice nell’HTML e nel vostro foglio di stile (CSS), e potrete così utilizzare di una notevole quantità di caratteri in modo gratuito. Per maggiori dettagli sul questa tecnica potete leggere: Utilizzare i web-font di Google su Blogger. È descritta sia la tecnica di embedding, che l’utilizzo all’interno del servizio di blogger.

Per concludere una ottima e pratica guida su come scegliere e abbinare font, un documento di Andrea Cevenini

http://static.issuu.com/webembed/viewers/style1/v1/IssuuViewer.swf

Se avete domande al riguardo, sono pronto a parlarne.

Standard

One thought on “Font pairing – scegliere il miglior abbinamento tra caratteri (e font)

  1. Comunque che il servizio di Issuu permetta di pubblicare su: blogger, orkut, myspace, facebook, joomla, typepad, livejournal… ma su wordpress si possa solo utilizzarlo se il sito è self-hosted (e con un plug-in) mentre qui devo utilizzare un div generico in HTML proprio non lo capisco…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...