linkedin, pinterest, social

Le notifiche di Pinterest cambiano


Da qualche ora sono state cambiate le notifiche via mail di Pinterest, fino a poco fa arrivavano in formato testo, indicando il nome dell’utente e l’azione che gli utenti facevano ai vostri Pin, un like, un repin o il follow di una board.

Adesso sono state migliorate e ampliate, non sono più in un semplice formato testo, le mail che vengono inviate mostrano anche l’avatar dell’utente, le immagini dei Pin con cui hanno interagito e la board in cui è stato inserito il pin.

L’aspetto grafico è stato migliorato e segue il look and feel dell’ormai celebre Social Network, c’era da aspettarselo per un media che vive d’immagini, basare la comunicazione agli utenti in modo più visivo.

Annunci
Standard
linkedin, pinterest, social

Un “Pin it” button come amico, ovvero la Content Curation istantanea


Mentre tutti parlano di strategie vincenti per l’uso di Pinterest, l’impressione è ci si occupi più del fenomeno, che di come si può usare in modo pratico questo strumento, quindi trovo utile ricordarvi questo semplice consiglio per Pinnare al meglio una foto.

Si tratta di una tecnica per fare un’ottima Content Curation (leggasi scrivere testi sensati e corrispondenti con tanto di keyword, hastag e un pizzico di link a corredo di un Pin), di una immagine su o per Pinterest; gli unici a dare questo consiglio sono stati Beatrice Nolli e Francesco Gavello, che è semplice, basta fare questo semplice gesto: prima di cliccare sul beneamato bottone Pin It nella barra dei preferiti, selezionate una parte di testo nella pagina dove c’è l’immagine che volete pinnare. Dopodiché cliccate sul Pin It e… magicamente il testo scelto appare nella descrizione del Pin!

Ovvio che in questa pagina/post deve esserci qualcosa di scritto, se pinnate da ffffound allora avete bisogno di un copy, ma solitamente se trovate immagini da un post questo è corredato di qualcosa di scritto che lo racconta, che lo descrive, che gentilmente ce ne parla, ecco, una parte di quel testo può essere utile nel Pin, però ricordate che avete 500 caratteri a disposizione, e se in Twitter sono più di 3 singoli tweet, quando invece ci si trova a selezionare un pezzo di un qualsiasi paragrafo di testo vi assicuro che 500 possono sembrare pochi. La cosa migliore è prendere una parte di testo aderente all’immagine, dove ci sono gli elementi chiave, come autore, soggetto; dati come luogo o provenienza, data…

Da questo trick, c’è poi da considerare la possibilità di scegliere dal testo alcune parole che diventino hashtag (che possono essere utili come keyword), da aggiungere al Pin.

Detto questo, torno a cercare fonti per i miei Pin, se qualcuno ha nuovi skill per Pinterest ce lo faccia sapere!

Standard